04/2016 - Original Blog - Daniele Bartocci

Vai ai contenuti

Menu principale:

I FATTORI SEGRETI DEL SUCCESSO MARCHIGIANO: IL CASO "CLEMENTONI"

I FATTORI CHIAVE DI UNA STORIA DI SUCCESSO

Clementoni è una delle più autorevoli realtà del panorama italiano del gioco educativo, che ha saputo coniugare nel modo migliore i concetti di know-how, creatività, impegno e attenzione alla qualità ed esaltando quello di customer satisfaction. Sulla base di una proficua organizzazione aziendale e pianificazione strategica, Clementoni Spa ha perseguito in questi anni una continua e costante innovazione di prodotto che è sfociata in una vasta gamma di giochi educativi, tutti progettati e sviluppati da personale quasi interamente marchigiano, e più esattamente da un team qualificato dotato di oltre 60 giovani ricercatori compresi nell’età di 30 anni, che grazie alla loro giovane età riescono a percepire ed assimilare al meglio le esigenze di ciascun bambino. Come afferma anche  L’amministratore delegato Giovanni Clementoni “Innovazione, differenziazione del prodotto, inventiva e capacità di evolvere sono gli elementi essenziali di una ricetta che, se attuata correttamente e in modo responsabile, può essere davvero vincente per le imprese. Alla base di tutto però, la risorsa più importante, quella da cui nessuno può prescindere è rappresentata dal capitale umano. Sono infatti gli uomini e le donne che lavorano e compongono il tessuto economico del nostro Paese a rappresentare la vera chiave di volta. Essi sono il cuore pulsante di ogni impresa e più in generale dell’economia italiana” . La passione contraddistingue ancora oggi il marchio Clementoni che è dotata di un notevole know-how e riesce ad investire in modo efficace ed efficiente ingenti risorse sia nel campo distributivo, composto da un qualificato team di agenti, sia nel campo della comunicazione pubblicitaria. Anche nel campo della ricerca dello sviluppo, alla ricerca di un continuo miglioramento dei propri prodotti finali che si sappiano contraddistinguere in maniera netta da quella dei competitors e che siano in grado di sostenere l’apprendimento e la crescita globale di tutti i bambini, ognuno con le proprie specifiche peculiarità.
Riportiamo le parole dell’AD di Giovanni Clementoni “In questa importante realtà tutta italiana, dal forte radicamento territoriale e dalla spiccata vocazione internazionale,  il valore aggiunto risiede  nella partecipazione e nell’impegno che gli oltre 500 dipendenti dimostrano ogni giorno, facendo così della Clementoni un caso esemplare di cultura d’impresa di successo” quindi si può dire che l’impegno , la passione e la dedizione con cui i dipendenti svolgono il proprio lavoro contribuisce  a rendere la cultura aziendale dell’impresa un vero successo , inoltre continua l’AD «Il passaggio di tecnologia è svolto dalle stesse persone. La flessibilità per noi è fondamentale, la nostra organizzazione interna cambia continuamente».  Possiamo dedurre da ciò che la flessibilità all’interno dell’impresa è un fattore essenziale che permette di stare al passo con le esigenze del mercato.
Inoltre la Clementoni nonostante il periodo di difficoltà economica che ha colpito l’Italia e la nostra regione negli ultimi anni  è continuata a crescere grazie ad una cultura aziendale aperta al cambiamento e grazie alla spiccata flessibilità interna che la contraddistingue.
Come ha affermato anche l’AD Giovanni Clementoni: «Non ci sono stati cali drammatici causati dalla crisi, però il mercato soffre. La crisi ha cambiato le carte in tavola, ridimensionando i prezzi al pubblico». La Clementoni però è riuscita ad approfittarne, «senza usare ricette preconfezionate. Abbiamo reagito grazie alla flessibilità e a una cultura aziendale aperta al cambiamento».
Un altro elemento chiave del successo dell’azienda Clementoni è la forte presenza della famiglia all’interno dell’impresa che si interessa personalmente e con grande passione e dedizione all’attività tramandando “l’arte di creare giochi” di generazione in generazione come ha affermato l’AD Giovanni Clementoni figlio del fondatore Mario Clementoni   «La nostra è un’azienda familiare, mio padre ci ha messo nelle condizioni di continuare la sua opera, il passaggio generazionale è stato naturale perché la nostra cultura è legata a questa ditta ».
L ’azienda è stata in grado di creare prodotti specifici investendo soprattutto sulla prima infanzia, infatti dopo il boom degli anni 90 e  l’apertura di filiali in Germania, Francia e Spagna, l’azienda ha investito molte risorse per ampliare la propria gamma  di prodotti  investendo soprattutto sulla prima infanzia che è diventato oggi il settore più grande in termini di volumi.
L’azienda è cresciuta molto negli ultimi anni grazie dall’export ed alla capacità dell’impresa di saper sfruttare la rivoluzione hi-tech , “che al posto di mandare in pensione i classici giochi da tavolo, ha permesso di lanciare nuovi prodotti educativi”.
Nuovi prodotti educativi come le app per tablet, l’ultima innovazione della Clementoni, e in merito  le parole dell’AD sono molto importanti: “Con l’arrivo dell’informatica, non c’è stato nessuno strappo, abbiamo imparato a occuparci di nuovi segmenti di mercato. Cerchiamo di fare tutto guardando al futuro e aggiunge poi che le “menti” che sviluppano i giochi classici sono le stesse che creano sulle app.
A nostro avviso ciò è sinonimo di un azienda molto flessibile e innovativa che sa stare al passo con le nuove tecnologie creando un prodotto unico, specifico per determinate fasce di età, innovativo, che sappia rispondere alle esigenze del mercato e soprattutto sia educativo per il bambino.
Inoltre l’azienda continua a perseguire la mission per cui è nata 50 anni fa cioè aiutare i bambini ad apprendere attraverso il gioco, e per farlo l’azienda punta e  investe molto nella conoscenza, alimentando continuamente il network di professionisti scelti in età evolutiva, nella Ricerca e sviluppo, infatti ha a disposizione un team competente di professionisti, e nella tecnologia elemento su cui l’azienda ha puntato da sempre a partire dai primi giochi creati come “sapientino” fino ad arrivare ai moderni tablet che sono strumenti di gioco studiati in totale sicurezza.
Un altro elemento che ha contribuito al successo è il grande rapporto di fiducia che nel corso degli anni si è creato tra l’azienda, le famiglie e i bambini soprattutto grazie al marchio aziendale più famoso il sapientino .
Le tante campagne pubblicitarie sui media hanno contribuito al successo dell’azienda che è riuscita a farsi conoscere nel corso degli anni  e  che sta preparando una nuova campagna pubblicitaria riguardante sapientino su cui l’azienda ha investito 7.5 milioni di euro nel 2015 destinata alle tv generaliste e canali bambino.














Articoli recenti
Torna ai contenuti | Torna al menu